Tag Archives Podcast

eventi sul customer service

ll 14 e 15 giugno ho partecipato a due eventi sul customer service, perciò ho deciso di sfruttare questa puntata del podcast per raccontarti cosa è successo. Si è trattato di due contesti differenti tra loro ai quali io stesso ho partecipato in vesti differenti: al ‘Chatbot4enterprise’ di Firenze ho tenuto uno speech sul rapporto tra chat bot ed assistenti clienti in carne ed ossa, mentre al ‘CustomerDay‘ di Milano ho potuto ascoltare la voce di manager di varie aziende e confrontarmi con alcuni di loro. 

Sei pronto a conoscere i temi salienti ed i casi studio di questi 2 eventi sul customer service?

servizio scadente

Se cerchi sui principali dizionari il significato della parola comunicare  troverai ‘rendere comune, far conoscere, far sapere’ ma soprattutto ‘trasmettere‘. Quest’ultimo termine indica la capacità di trasferire informazioni ad un’altra persona – quindi non semplicemente ‘dire’. Nel customer service questa (in)capacità di trasferire è cruciale per riuscire ad offrire un servizio clienti davvero efficace.

Troverai la riprova in questo podcast. Infatti in questa puntata ti racconto la mia esperienza con una banca italiana che, comunicando in modo poco chiaro ha creato malintesi, offrendo quindi un servizio scadente. La puntata è già pronta, ti auguro buon ascolto! 

fare irritare i clienti

‘Non farmi perdere tempo!’ Disse il cliente al servizio clienti…

Quante volte hai pronunciato questa frase? A me è capitato spesso, soprattutto quando l’aziende di cui sono cliente mi hanno messo i bastoni fra le ruote, anziché agevolarmi. Sembra un controsenso perché nessuno vuole clienti arrabbiati o infastiditi, eppure è così per piccole, medie o grandi aziende. Potrei citare vari esempi, ma in questo podcast ti parlerò di un’esperienza che ho appena vissuto con una nota compagnia aerea; ti assicuro che rappresenta il ‘suicidio perfetto’ – ovvero il modo più efficace per fare irritare i clienti facendo loro perdere tempo.

Io invece non voglio fartelo perdere quindi vengo subito al sodo: buon ascolto con l’episodio #101! 

il podcast sul Social Customer Service

Devo dire che 100 episodi sono proprio un bel traguardo. Quando due anni fa registravo le prime puntate di questo podcast non pensavo certo che sarei riuscito a raggiungere questo obiettivo parlando di servizio clienti digitale, che non è propriamente una tematica da intrattenimento. Invece oggi siamo qui; dopo tante puntate, interviste a manager d’azienda e, soprattutto tanti vostri feedback.

GRAZIE DAVVERO.

Ecco perché in questa occasione speciale ho deciso di dare voce a voi, riportando le opinioni di alcune persone che ascoltano abitualmente questo podcast. Tra poco scoprirai chi sono e, soprattutto, conoscerai le ragioni che li spingono a cliccare sul tasto ‘play’ ogni giovedì per ascoltare il podcast sul Social Customer Service. Sei pronto? Stappo….ooops…lancio la puntata n°100!

informazioni incomplete

Nel servizio clienti le buone intenzioni non bastano, soprattutto quando sei costretto ad interrompere momentaneamente l’erogazione di un servizio. In questi casi infatti è assolutamente necessario avvisare in anticipo i tuoi clienti ma, se fornisci informazioni incomplete o poco chiare, otterrai l’effetto opposto: anziché prevenire dubbi nella mente del cliente, li alimenterai.

Di conseguenza riceverai molte più domande da gestire (quindi più costi a tuo carico) costringendo i tuoi clienti ad uno sforzo extra (contattarti per avere informazioni i più chiare). In questo podcast ti segnalo un caso pratico che ho appena vissuto, dal quale sono certo che potrai trarre spunti utili. Buon ascolto!

Close