customer experience di Francesca

Con questo podcast tornano le interviste su SocialMediaScrum. Oggi infatti ho il piacere di ospitare Francesca Taddei, Customer Experience Specialist che ha appena pubblicato il libroLa Customer Experience: manuale per migliorare la vita al tuo cliente e a te stesso‘ (casa editrice Zandegù). Mi piace il suo motto perché è chiaro e diretto: ‘#parliamodiclienti: sono persone come noi’. Ti assicuro che ascoltando questa intervista ti renderai conto di come la customer experience di Francesca sia uno strumento di business utile e necessario per qualsiasi azienda che abbia a cuore il rapporto con i propri clienti. Ora tocca a te, mettiti comodo e buon ascolto!

demo

[Premessa] Oggi ti offro uno spaccato della mia attività lavorativa quotidiana.

Dopo aver definito con l’azienda cliente le caratteristiche tecniche che desidera nella sua piattaforma di Social Customer Service, le sottopongo a provider selezionati con i quali successivamente organizzo una demo. Ciò consente al cliente di ‘vedere in azione’ la piattaforma e rivolgere domande in tempo reale al/ai provider.

In queste ultime settimane ho dedicato parte del mio tempo a queste attività e devo dire che i miei clienti hanno apprezzato molto l’esito di queste demo perché sono state loro utili per scegliere la piattaforma in linea con le loro necessità. Perciò in questo post ti racconto come lavoro.

esordiente

Se hai lanciato o hai lavorato in una start-up sai benissimo che nel primo periodo (almeno 1 anno) vivrai in una perenne centrifuga nella quale entusiasmo ed adrenalina la fanno da padrone. Di contro però si vivono anche fasi di confusione, soprattutto se la crescita dell’azienda non avviene in modo graduale, bensì a picchi. Questi ‘up & down’ sono dannosi per il servizio clienti e controproducenti per l’azienda per un semplice motivo: il cliente non ti concede il periodo di prova prima di ricevere risposte rapide e risolutive, le vuole dall’inizio.  

Perciò, anche se sei un esordiente, quando sei in contatto con il cliente dovrà percepire che sei esperto sin dal 1° giorno di attività. In questo episodio del podcast entro nella carne viva di queste situazioni, offrendoti la mia esperienza da ex-dipendente di una start-up. Buon ascolto!

Digital Customer Service

Giovedì scorso ho partecipato a Digital Customer Service, l’evento organizzato da Gruppo Euris che ha avuto luogo a Milano. E’ stata una mattinata ricca di contenuti per il pubblico in tema di servizio clienti digitale e per quanto mi riguarda un’opportunità per parlare di Social Customer Service e di moderare un panel sul servizio clienti digitale, composto da manager di importanti aziende del settore bancario / assicurativo.

Molte persone hanno partecipato e lo hanno fatto in modo attivo con numerose domande. Molte altre purtroppo sono state impossibilitate a farlo, perciò utilizzo questo post per riassumere il succo degli interventi di ciascuno dei relatori. Eccoli di seguito in ordine di apparizione:

false novità

Quando invii una comunicazione ai tuoi clienti è naturale cercare di ottenere la loro attenzione e cercare di convincerli ad aprire l’email. In linea di massima è una sana prassi a meno che non abbiano il sopravvento logiche ‘markettare’ rispetto all’utilità delle informazioni che forniamo. Se infatti ci preoccupiamo solo del tasso di apertura / conversione delle email, rischiamo di percorrere un binario morto che porta dritto alla delusione dei nostri clienti

Ma c’è anche di peggio; se diamo in pasto al cliente informazioni trite e ritrite spacciandole per ‘breaking news‘ non facciamo altro che prenderlo in giro dal momento che si tratta di false novità. Arrivo subito al punto: in questo podcast ti illustro un esempio emblematico ad opera di una compagnia di assicurazioni che in questo caso è proprio scivolata su una buccia di banana…

Close